Susa Valley
  
 I comuni
 Bardonecchia
 Cesana
 
Chiomonte
 
Claviere
 
Giaglione
 
Gravere
 
Meana
 
Mompantero
 
Moncenisio
 
Novalesa
 
Oulx
 
Sauze d'Oulx
 
Sestriere
 
Venaus

  
 Le borgate
 Barcenisio
 Bessen Haut
 
Bousson
 
Fenils
 
Grangesises
 
La losa
 
Pian del Frais
 
Piangelassa
 
Sagnalonga
 
Sansicario
 
Santa Chiara
 
Thures


 Opere varie
 Autostrada

 Forte di Exilles
 Sacra S. Michele
  

 Vedi anche
 
 
Mappe satellitari
 
 Borg. Rocciamelone
 Alpe Crest
 
Alpe Pendent
 
Alpe Monio
 
Cugno
 
Trucco
 
Tour Mompantero

  Partecipa
al Forum








Home Panorami Susa città Val di Susa Montcenis Montagna Reportage Video Facebook

 
 

 Last News
 
 
 
 Awesome Moncenisio

 
 
 
 49° Castagna d'Oro

 
 
 
 Susa 1° Red Bull K3

 
 
 
 24° Giro del lago

 
 
 
 27° Palio di Susa

 
 
 
 48° Castagna d'Oro

 
 
 
 
 Continua >>
 
  

  Annunci: 

 
 Questo spazio
 
può essere tuo !


 www.tizianoruffa.com
 

 Scuola Sleddog e
 allevamento cani da

 
slitta al Moncenisio

 

    

  
Visite guidate



Tour tematici
in Valle di Susa

 

   

 
 

 
Materassi, arredi
tappezzerie a Susa

 

   

  
Studio immobiliare

a Susa in
Piazza Europa n° 7

 

   
 Da non perdere
 

 Sacra di San Michele
 
Il Gran Pertus
 
Rocciamelone in volo
 
Ricordi sommersi
 
360° Rocciamelone
 
Video Rocciamelone
 
Video alluvione 2008
 
Frais neve Record
 Campanile di San Giusto
  

 Radio e TV

 


Newsletter


Iscriviti e sarai
aggiornato via email !




Dona !


Sostieni Archivoltogallery !









 
 

Home >> Valle di Susa >> Opere >> Autostrada A32

Autostrada del Frejus A32

L'autostrada del Frejus nei pressi di Bardonecchia



    
Le immagini:  L'autostrada    Il Traforo    I lavori    Iscrizioni
 
 

   Un doppio filante nastro d'asfalto di 73 chilometri esteso tra Rivoli e Bardonecchia che collega Torino a
    Modane in Francia tramite il Traforo del Fréjus.


    Un pò di numeri: si tratta di 19 Km in viadotto, 18 in galleria, 36 in rilevato, più m. 12,895 all'interno
    del traforo autostradale del Frejus.
    La costruzione del Traforo ebbe inizio nel 1973, terminò nell'estate del 1979, e fu inaugurato e
    aperto al traffico il 12 luglio 1980 sostituendo la navetta trasporto auto in galleria ferroviaria.
    La tratta autostradale di circa 21 km, che parte dal Traforo del Frejus e giunge in Località Deveys,
    fu realizzata dall'ANAS e venne aperta al traffico nel 1987.
    I lavori di costruzione, gestiti dalla Sitaf da Località Deveys a Rivoli, ebbero inizio nel 1984,
    proseguirono per circa dieci anni, e l'intera tratta fu aperta al traffico nel 1994.


    Qui di seguito le immagini dell'impianto autostradale fotografato da Flavio Mariazzi nel 2007.


   Immagini dell'autostrada A 32, da Rivoli a Bardonecchia  (TOP)

Vista della Sacra di
San Michele
Nei pressi di Avigliana
.
Nei pressi di Avigliana
.
Vista verso il Niblè e
la punta Mulatera
Uno sguardo indietro
.
Ingresso galleria tra
Susa e Bussoleno
Soprapasso statale 25
vicino Prapuntin
L'imbocco da Susa con
sfondo Rocciamelone
Ingresso in autostrada
da Susa verso Torino
Uno sguardo verso
il Niblè
Da Susa verso
Torino
Verso la galleria di
Mompantero
Nodo autostradale di
Susa con autoporto
Nodo autostradale di
Susa con autoporto
1° Svincolo di Susa per
chi arriva dal Frejus
Lo svincolo di Susa
visto dalle alture
Viadotto di Venaus in
direzione Chiomonte
Viadotto e imbocco
galleria di Venaus
Vista aerea dell'entrata
in galleria a Venaus
Sotto il viadotto
di Mompantero
Tra Giaglione e il
comune di Chiomonte
Viadotto verso
Chiomonte
Il viadotto del Cels
pile alte 100 metri
La scala che porta
all'interno
All'interno del viadotto
Le piastre d'acciaio.
Interno del viadotto
..siamo sotto l'asfalto
Particolare della piastra
di un tirante
Vista laterale della piastra
precedente
Al di sotto del viadotto
dalla Maddalena
Il viadotto visto
dalla Maddalena
Verso la galleria del Cels
verso Exilles
Imbocco galleria
visto da Nord
Imbocco galleria
visto da Sud
Interno galleria del
Cels verso Torino
Interno galleria del
Cels verso il Frejus
Viadotto del Cels
visto da sotto
Viadotto del Cels
visto dalla strada
Viadotto del Cels
visto da sotto
Viadotto del Cels
visto da sotto
Pile del viadotto del
 Cels viste da sotto
Viadotto del Cels visto
da strada di servizio
Viadotto del Cels
visto dalla strada
Viadotto del Cels
da strada secondaria
Viadotto con la neve
visto da Chiomonte
Viadotto del Cels
visto da Chiomonte
Entrata in galleria
di Salbertrand
Verso il casello
di Oulx
Il serpente autostradale
visto dal basso
Al di sotto del viadotto
vicino Bardonecchia
S'intravede la stazione
pedaggio del traforo




   Il traforo autostradale del Frejus  (TOP)


    Con una larghezza di 9 metri (si possono incrociare due automezzi pesanti o due pullman con un terzo in sosta), e una
    lunghezza di 12,8 Km il traforo ha una pendenza in salita dello 0,54 % nel senso Francia/Italia.
    Dotato di 5 piazzole di sosta che permettono ad un automezzo pesante o ad un pullman di effettuare una sosta di emergenza,
    il traforo è dotato di 1 Posto di Controllo Centralizzato attivo lato Italia, ed 1 Posto di Controllo Ausiliario lato Francia
    utilizzabile in caso di guasti, inoltre 11 Luoghi Sicuri, e le squadre di intervento italiane e francesi, 24/h su 24 fanno il resto.
    Il Tunnel è idoneo a tutti i trasporti: Prodotti agro-alimentari, Animali vivi, Trasporti eccezionali, Materie pericolose.
   
    Da non dimenticare è il primo tunnel sotto il monte Freejus, il traforo ferroviario del Frejus che fu responsabile dell'abbandono
    del più antico valico del Moncenisio e dell'ardita ferrovia Fell.
    Lo scavo della galleria venne completato il
25 dicembre 1870 ed il traforo fu inaugurato il 17 settembre 1871.
   

Accesso al tunnel lato
Italia
I segnali d'emergenza
e di sicurezza
Uno dei luoghi
sicuri nel traforo
Piazzola d'emergenza
verso la Francia
Accesso al tunnel lato
Francia




   I lavori durante la costruzione dell'autostrada nel cantiere di Venaus  (TOP)


    Un salto nel tempo, sembrava ieri ed invece.. pochi ricordano i lavori di costruzione dell'autostrada e del relativo viadotto.
    In queste immagini il carroponte che montava e univa i conci autostradali è crollato e piegato verso terra dopo dopo una
    sferzata di forte vento, (tipico da queste parti e in generale in tutta la valle di Susa e Cenischia).
    A seguire alcuni scatti durante la realizzazione della galleria Venaus-La Maddalena, ed un pò di Dumper... anche rovesciati.

Carroponte crollato e
piegato dopo il vento
La posa dei conci
con il carroponte
Carroponte crollato e
piegato dopo il vento
Le pile ultimate sono
pronte per i conci
Galleria grezza
senza anello
Galleria rivestita
 pronta per il getto
Galleria rivestita
 pronta per il getto
Interno galleria
durante i lavori
Un Dumper nel cantiere
di Venaus
Lo scarico di un
Dumper nel cantiere
Un grosso dumper e
una Fiat Argenta
Operazione con la gru
vicino al Dumper
Una gru raddrizza il
camion caduto
Operazione in corso
gru ed escavatore
Operazione in corso
gru ed escavatore




   Alcune delle scritte sulle colonne dei viadotti dell'autostrada  (TOP)


    Una mini raccolta di scritte e iscrizioni No Tav comparse sulle colonne autostradali durante i disordini del 2005 e 2006 a Venaus.

Basamento nei pressi
della Maddalena
72
Suldà e trivele
fora d'le bale
Basamento nei pressi
dei passeggeri
Colonna in cemento
a Mompantero
Colonna nei pressi
dei passeggeri
Iscrizione No Tav
a Mompantero
Una delle colonne
del viadotto Venaus
Una delle colonne
del viadotto Venaus
Guai a chi ci tocca
alla base di una pila
Questa autostrada
l'ha fatta papà vostro
Basamento di una pila
nei pressi dei mulini
Vigili del fuoco
.
     
 
 



Dalla sua pubblicazione in data 22/04/2008 questa pagina è stata visitata Hit Counter volte






Immagini realizzate da Flavio Mariazzi, è vietato qualsiasi utilizzo non autorizzato








 
    

Condividi questa pagina Bookmark and Share


Home   News   Preferiti   Dillo a un amico   Prendimi

   Note autore   Contatto   Newsletter   Link   Meteo  

In questo istante sono presenti 3722 visitatori nel sito