Montcenis
  
 
L'ambiente
 Strada in estate
 Strada in inverno
 
Diga in estate
 
Diga in inverno
 
Piana delle fontanette
 
Borgata Gran Croce
 
Piana di San Nicolao
 
Ghiaccio
 
Animali
 
Ricordi sommersi
 
Profilo altimetrico
  
 Fortezze
 Forte Varisello
 Forte Roncia
 
Forte Cassa
 
Forte Pattacroce
 
Forte Malamot
 
Forte Turrà
 
Forte Montfroid
 
Batteria La court
 
Batteria Paradiso


 Bunker

 
 Caposaldo Malamot
   Centro 1
   
Centro 6
   
Centro 7
   
Centro 8
   
Postaz. Corna rossa
   
Ricoveri del Giaset
   
Teleferica Malamot
  
Batteria B2

 
 
Capos. Pattacroce
   Centro 10
   
Centro 11
   
Centro 12
 
 
Caposaldo Ospizio
   Centro 18
   
Centro 19
   
Centro 20
  
Centro 21
  
Batteria B3
  
Postazione 29
 
 
Caposaldo Roncia
   Centro 22 e Bat. B4
   
Centro 23
   
Centro 23 B
   
Centro 24
   
Postazione 30
  Opere varie
   Teleferica Ferrera
   
Opera 302
 

  Vedi anche
 
  Mappa opere
 Piana delle fontanette
 Forte Roncia
 
Caposaldo Malamot
 
Forte Turrà

 
  Video
 In volo su Montcenis
 
Apertura 2009
 
Volo con Google Earth
 
Forte Pattacroce
 
Forte Roncia
 
Forte Malamot
 Festa dell'amicizia 05

 
  Reportage
 Inverno 08-09
 
Susa Moncenisio 06
 
Festa Moncenisio 06

 
  Panorami
 Panor. interattivi 360°
 
Panorami statici
  Forum sul
Moncenisio





Home Panorami Susa città Val di Susa Montcenis Montagna Reportage Video Facebook

 
 

 Last News
 
 
 
 Awesome Moncenisio

 
 
 
 49° Castagna d'Oro

 
 
 
 Susa 1° Red Bull K3

 
 
 
 24° Giro del lago

 
 
 
 27° Palio di Susa

 
 
 
 48° Castagna d'Oro

 
 
 
 
 Continua >>
 
  

  Annunci: 

 
 Questo spazio
 
può essere tuo !


 www.tizianoruffa.com
 

 Scuola Sleddog e
 allevamento cani da

 
slitta al Moncenisio

 

    

  
Visite guidate



Tour tematici
in Valle di Susa

 

   

 
 

 
Materassi, arredi
tappezzerie a Susa

 

   

  
Studio immobiliare

a Susa in
Piazza Europa n° 7

 

   
 Da non perdere
 

 Sacra di San Michele
 
Il Gran Pertus
 
Rocciamelone in volo
 
Ricordi sommersi
 
360° Rocciamelone
 
Video Rocciamelone
 
Video alluvione 2008
 
Frais neve Record
 Campanile di San Giusto
  

 Radio e TV

 


Newsletter


Iscriviti e sarai
aggiornato via email !




Dona !


Sostieni Archivoltogallery !







 


 
 

Home >> Moncenisio >> Bunker >> Caposaldo Ospizio >> Centro 18

Centro di fuoco n° 18

La diga semi-vuota nel mese di maggio 2010 permette di intuire il centro 18 situato al centro dell'interno del bacino del Moncenisio

 

Il malloppo in cemento armato del C 18 situato nel punto più alto dell'interno del bacino idrico del Moncenisio



    
Le immagini:  Esterni    Interni   
 
 

  
Realizzato all'inizio degli anni '30 nel rispetto della circolare 200, sull'altipiano del Moncenisio, ll bunker denominato
   Centro 18 sorge sul punto più alto compreso tra la seconda e la terza vecchia diga sommersa, proprio
   dove un tempo si trovava il forte Gatto, quasi al centro dell'attuale bacino artificiale.
   La struttura è normalmente sommersa per tutto l'anno tranne quando viene effettuato uno svuotamento.
   L'opera, appartenente al Caposaldo Ospizio, faceva riferimento al presidio "Paolo Raccagni" situato all'interno dell'Ospizio
   a poche centinaia di metri dal C 18 (ora è stato tutto completamente distrutto dalle ruspe francesi dell'EDF) .
  
   Questa struttura era dotata di ricovero e malloppo esterno in cemento armato rivestito di copertura mimetica in pietra
   (ora completamente saltata via) dove vi erano 3 mitragliatrici, di cui due puntate ad Est ed una ad Ovest ed una delle
   due entrate, un altro ingresso era posizionato a sud nei pressi del gruppo elettrogeno, completava l'armamento una
   mitragliatrice a cupola corazzata in pozzo verticale e 2 cannoni anticarro situati a N-Est dell'opera in un malloppo binato,
   ora semi distrutto e parzialmente sommerso da neve e fango.
  
  
Entrando dal malloppo un corridoio conduce verso l'interno dell'opera in caverna, scesi quattro gradini, sulla destra,
   troviamo il locale adibito a riserva munizioni per le mitragliatrici, andando avanti, oltre una doppia porta stagna alla marinara,
   si entra all'interno del ricovero che rappresentava il centro operativo effettivo.
   Camminare all'interno è difficile per la presenza dell'acqua (circa 20-40 cm.) e dello spesso strato di fango melmoso
   sottostante che crea un effetto ventosa sotto i piedi durante il calpestio, l'acqua una volta smossa libera il fango che
   nasconde alla vista diretta macerie e rottami, rendendo il percorso pieno di piccole insidie, oltre a gelare i piedi.
   E' consigliabile procedere lentamente, meglio utilizzare piccozza o bastoni per tastare il terreno e tenersi in equilibrio.
  
   A destra si trova la diramazione verso il malloppo anticarro, al centro, sempre sulla destra, un corridoio cieco con la nicchia
   che ospitava il gruppo per la rigenerazione dell'aria. Al fondo del ricovero, sulla destra una porta stagna dava accesso alla
   scala che conduceva al pozzo verticale verso la postazione per mitragliatrice in cupola corazzata (ora asportata).
   L'opera demolitiva post-bellica che fece seguito al trattato di pace del 1947 e il recupero della cupola corazzata hanno
   ostruito completamente l'accesso al pozzo verticale e ai cannoni anti-carro.
   
   Le immagini sono relative a 2 visite distinte: lo svuotamento del bacino durante la primavera 2006 e maggio 2010.
   Recarsi all'interno di quest'opera (costantemente sott'acqua durante l'anno da circa 40 anni) comporta inevitabilmente
   dei rischi e lo stato di completo abbandono e degrado (siamo a maggio 2010) scoraggia la visita.




360° dalla postazione a pozzo verticale del C 18
 

   L'opera vista dall'esterno  (TOP)

Vista del malloppo armato
da Sud verso l'accesso
Avvicinamento all'entrata
del malloppo
Il malloppo visto da Est
semi sommerso dalla neve
Vista del C 18 dalla 3°
vecchia diga
La neve nasconde una
delle mitragliatrici Est
Cannoniera mitragliatrice
puntata verso Est
Cannoniera mitragliatrice
puntata verso Ovest
Cannoniera mitragliatrice
verso Ovest
I resti della cupola
corazzata
I resti della cupola
corazzata
Il collare della cupola
corazzata
Il collare della cupola
corazzata
   
.

   Visita interna del C 18  (TOP)


    Accedere all'interno di quest'opera comporta dei rischi per lo stato di degrado della struttura costantemente sott'acqua.
    Appena si infila l'unica entrata praticabile, quella del malloppo in cemento, dopo circa un metro vi è un pericoloso tombino aperto nel pavimento
    che a volte è celato dalla presenza della neve, magari poca, ma sufficiente a nascondere questa pericolosa insidia.
    Gli ambienti sono allagati con livelli che variano da 20 a 40 cm di acqua e in alcuni punti presso le scale in discesa anche più di 50 cm.
    Sotto l'acqua vi è il fango che può nascondere diversi rottami e altre insidie come pietre e spuntoni;
chi accede al C 18 lo fa a proprio rischio.

 
Ingresso del C 18
presso il malloppo
Corridoio di entrata
dal Malloppo
Porta stagna
nel corridoio
 
Piccolo corridoio verso
sinistra mitr. Ovest
Camera di tiro della
mitragliatrice Ovest
Scudo corazzato con
foro per l'arma
Il foro per l'arma
con vista esterna
Corridoio verso il ricovero
.
Corridoio con resti metallici
pericolanti
Entrando nel ricovero
provenendo dal malloppo
Dal ricovero verso
i corridoi
Interno del ricovero
verso la postazione a pozzo
Vista dal ricovero verso
corridoio accesso ostruito
Vano interno a metà ricovero
con formazioni calcaree
Vano interno a metà ricovero
con formazioni calcaree
Vano a metà ricovero
formazioni calcaree dal basso
Vista del ricovero verso
l'accesso al pozzo verticale
L'accesso al pozzo verticale
parzialmente ostruito
Accesso alle scale verso il
pozzo verticale
Il collare scoperto della
postazione a pozzo verticale
Vista del ricovero verso
l'ingresso dal malloppo
Corridoio cieco
lato sinistro ricovero
Corridoio verso
l'accesso ostruito
Vano deposito carburante
e gruppo elettogeno
Vano prima della svolta
a baionetta
Ultimo tratto di corridoio
prima della svolta
Dopo la svolta
l'accesso ostruito
Particolare dell'accesso
completamente ostruito
Vasca per cisterna
 carburante con detriti
Interno del ricovero
verso il malloppo
Ingresso corridoio
verso i cannoni binati
Soffitto fatiscente
del corridoio
Corridoio
verso i cannoni binati
Ultimi metri prima della
presenza dell'acqua
Scala in discesa invasa
dall'acqua
Corridoio verso i cannoni
ostruito dall'acqua
Inizio del corridoio
verso le postaz. Est
Corridoio verso
le mitragliatrici Est
Interno del corridoio
verso le postaz. Est
Scale verso le camere
di tiro mitragliatrici Est
Ingresso della camera
di tiro postaz. Est
Accesso alle camere
di tiro
Prima postazione
ostruita dal fango
Interno camera di tiro
postazioni Est
Seconda postazione
libera
Corazzatura della
seconda postazione
Pericoloso tombino all'interno
della camera di tiro
Vista della camera di tiro
verso l'ingresso





  Vedi anche:

Album foto

La diga vuota

 

Album foto

La diga in inverno

 

Album foto

La diga in estate

 

Reportage

Passeggiata glaciale

 
 
 
 



Dall' 13/05/2010 questa pagina è stata visitata Hit Counter volte






Immagini realizzate da Flavio Mariazzi, è vietato qualsiasi utilizzo non autorizzato








 
    

Condividi questa pagina Bookmark and Share


Home   News   Preferiti   Dillo a un amico   Prendimi

   Note autore   Contatto   Newsletter   Link   Meteo  

In questo istante sono presenti 548 visitatori nel sito